Vivere e lavorare in Polonia

Posizioni aperte più recenti in Polonia

Mentors-for-Language-Learners-on-Holiday-Camps-Free-Hotel-Stays-in-Europe

Mentors for Language Learners on Holiday Camps – Free Hotel Stays in Europe

La Polonia è un paese dell’Europa centrale che confina con Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia, Lituania, Bielorussia e Ucraina. La sua capitale è Varsavia, ma altre città importanti sono Cracovia, Lublino e Poznan. Il paese è conosciuto per i suoi tanti e antichi villaggi, gli oltre 23 parchi nazionali e le 180.000 tombe del cimitero ebraico di Łódź. Viaggiare attraverso la Polonia significa anche viaggiare attraverso la sua storia, tra splendidi paesaggi naturali e sorprendenti espressioni di architettura medievale, di cui i polacchi vanno molto fieri. Il paese è caratterizzato da villaggi pittoreschi, spiagge di sabbia, foreste selvagge e una movimentata vita notturna. La città di Cracovia è particolarmente impressionante, soprattutto per via dei suoi fantastici edifici storici. L’intero paese è stato scenario di alcuni tra gli eventi storici più significativi della storia e visitandolo si possono scoprire nuovi aspetti sconosciuti. Se hai la curiosità di sapere come sia vivere e lavorare in Polonia, continua a leggere.

Curiosità sulla Polonia

Lingua: polacco
Moneta: Zloty polacco
Capitale: Varsavia
Popolazione: 38,43 milioni di abitanti
Famosa per: le bontà culinarie, i paesini colorati e pittoreschi, Auschwitz
Un fatto interessante: L’alfabeto polacco ha 9 vocali ma vengono usate abbastanza di rado, soprattutto per l’orecchio di un italiano!

vivere e lavorare in polonia

Lavorare in Polonia

Condizioni di lavoro in Polonia

Le condizioni di lavoro in Polonia sono del tutto simili all’Italia. Si parla dunque di giornate lavorative di 8 ore e 40 ore alla settimana per i lavori a tempo pieno. Le giornate di festa nazionale sono in totale 15. Il lavoratore può maturare in un anno fra i 14 e i 26 giorni di ferie, a seconda delle mansioni svolte e dell’anzianità lavorativa.

Stipendi in Polonia

In Polonia lo stipendio minimo è di 523 €, mentre quello medio si aggira intorno ai 990 €. Questo è dovuto al fatto che gli stipendi variano molto a seconda dell’ambito in cui si lavora. Nel settore dell’informazione e della comunicazione la paga è intorno ai 1.987 €, mentre nel commercio è intorno ai 1.200 €. Ad ogni modo bisogna tenere in considerazione il fatto che il costo della vita in Polonia è decisamente inferiore a quello italiano.

Tassazione in Polonia

Buone notizie per noi italiani! La tassazione in Polonia è più bassa rispetto a quella italiana, ma le cose funzionano un po’ diversamente. Vediamo quali sono le imposte previste dal sistema polacco.

Le imposte dirette:

  • CIT (corporate income tax), it. IRES
  • PIT (personal income tax), it. IPREF
  • Imposte di registro
  • Imposte di natura immobiliare

 

Le imposte indirette riguardano invece l’IVA, corrispondente generalmente al 23%.

Le aliquote PIT seguono soglie in base al reddito e arrivano ad un massimo del 32%. C’è inoltre la possibilità di optare per la FLAT TAX con l’aliquota applicabile di 19% e altre riduzioni fino al 5%.

Lavori più richiesti in Polonia

La Polonia, per via dei suoi trascorsi durante la Seconda Guerra Mondiale, ha usufruito molto dei fondi dell’Unione Europea. In questo modo ha ottenuto in pochi anni un grande valore dal punto di vista economico, fattore da non sottovalutare per chi decide di trasferirsi per lavoro. Ma vediamo quali sono i settori lavorativi più richiesti in Polonia:

  • Il settore agricolo: la Polonia è infatti uno dei maggiori produttori di beni alimentari in Europa.
  • Commercio: questo è il settore che più influisce sul PIL, soprattutto grazie alle agevolazioni fiscali per le aziende.
  • Turismo: questo è un settore sempre in crescita, che offre sempre sbocchi lavorativi anche a chi non è professionista.
 

Ora che conosci i settori più in voga in Polonia, non ti resta che rimboccarti le maniche e iniziare a cercare lavoro.

Cercare lavoro in Polonia

Per poter lavorare in Polonia è quasi sempre necessario conoscere il Polacco. Questa potrebbe sembrare una barriera per molti di voi ma, d’altra parte, potrebbe rivelarsi una sfida davvero interessante!

Il primo passo da fare per cercare lavoro in Polonia è quello di dare un’occhiata alle posizioni aperte sul nostro sito web. Troverai nuove offerte ogni giorno, in tanti settori diversi tra loro.

Non hai ancora trovato ciò che fa per te? Nessun problema, ci sono tante altre piattaforme di lavoro dove inviare curriculum. Tra questi ti suggeriamo:

 

Scelto il lavoro che più ti ispira? È ora di inviare la tua candidatura!

Candidarsi per un lavoro in Polonia

Candidarsi per un lavoro non è mai stato così semplice! E soprattutto, nulla di diverso rispetto a ciò che c’è da fare in Italia. L’unica differenza sarà la lingua in cui dovrai scrivere il curriculum. Infatti, sarebbe da prediligere un CV in polacco, anche se in molti casi è sufficiente l’inglese.

Quindi, CV tradotto alla mano, non resta che inviarlo all’azienda che più ti ha colpito tra quelle proposte. Cerca di accompagnare ogni Curriculum con una lettera di presentazione, per fare colpo anche sui recruiter più difficili! Non è necessario scrivere testi lunghi o complessi, l’importante è far capire i tuoi punti di forza e il motivo per cui vorresti entrare in quel team specifico.

Non dimenticare che in Polonia puoi ancora candidarti per molte posizioni consegnando il curriculum a mano. Soprattutto se cerchi di lavorare in ristoranti e hotel, è bene farsi vedere e consegnare di persona la propria candidatura.

Networking in Polonia

Cerchi un modo alternativo per conoscere nuovi amici o esplorare nuovi orizzonti lavorativi? Il networking è ciò che fa per te. Come in molti altri paesi europei, recentemente anche in Italia, la Polonia è molto incline a promuovere eventi di networking.

Partecipare a questi eventi è semplice e spesso anche gratuito. Ti permetteranno di fare pratica con la lingua e perfino di trovare qualche contatto per un lavoro più intrigante.

Anche i social media sono un buon modo per fare rete diretta. Iscriviti a LinkedIn o a Golden Line, molto in voga in Polonia. Qui potrai conoscere tanti esperti del tuo settore e trovare nuove opportunità.

Lavorare in Polonia come italiano

Spesso ci si preoccupa della barriera culturale tra Italia e Polonia ma ti rassicuriamo subito: trovare lavoro in Polonia come italiano non è affatto difficile. Se è la lingua a bloccarti, pensa a tutte le aziende internazionali che scelgono la Polonia come base. Troverai aziende in cerca di personale madrelingua italiano e potrai scoprire un modo tutto nuovo di approcciarti ai colleghi.

Non dimenticare poi che l’assistenza clienti è un’ottima opportunità per noi italiani! Potrai lavorare da casa e aiutare tanti clienti a trovare le risposte ai loro problemi. Il tutto nella tua lingua natia!

vivere e lavorare in polonia 1

Vivere in Polonia

Vantaggi di vivere e lavorare in Polonia

È sempre maggiore il numero di italiani che decidono di vivere in Polonia. Tra i motivi principali ci sono il lavoro e le politiche “pro famiglia”, ma sicuramente anche il costo della vita inferiore a quello italiano. Il cibo è delizioso e sappiamo quanto per noi sia importante mangiare bene. Gli sportivi possono praticare dallo sci durante l’inverno alla vela nei mesi estivi. Inoltre il paese ha molto da offrire anche in termini di cultura e bellezze naturali. La natura è molto varia, con foreste, montagne, laghi, fiumi e spiagge sul mare. Per gli appassionati di storia ci sono molte interessanti località da visitare oltre le città già citate, come per esempio Auschwitz e Gdańsk. In Polonia vengono celebrate molte feste tradizionali famose che discendono da riti cristiani e sono influenzate da tradizioni pagane. Vivere in Polonia è un’esperienza che ti arricchisce e di cui non ti puoi pentire.

Alloggi in Polonia

Per quanto riguarda l’alloggio, puoi facilmente affittare un appartamento con una spesa tra i 200 € e i 500 € al mese. A Varsavia gli affitti sono un po’ più alti che nel resto del paese, ma rimangono comunque più bassi che nelle grandi città italiane. Un appartamento per due persone può costare tra i 500 € e i 1.000 € mensili. Una gran parte delle offerte vengono pubblicate su giornali e siti come Gazeta e Gratka. Un altro sito web da visitare per effettuare ricerche è sicuramente housinganywhere.com.

Quartieri di Varsavia con cui non ci si può sbagliare sono Wilanów, Śródmieście e Praga, mentre a Cracovia la scelta può andare su Kazimierz, Podgórze e Gregorski.

Trasporti in Polonia

La Polonia ha oltre 120 aeroporti, 12 dei quali sono per civili, una rete stradale di oltre 400.000 km e un’estesa rete ferroviaria. Le grandi città hanno tutte buonissimi sistemi di mezzi pubblici, talvolta comprendenti la metropolitana. Una tessera mensile, che garantisce un accesso illimitato, costa circa 22 €, mentre la singola corsa intorno ai 70 centesimi.

Cibo in Polonia

La cucina polacca è deliziosa e tradizionalmente ricca di carne e pasta, strettamente correlata alla cucina francese e italiana. Mentre ci sono molte differenze locali tra le regioni della Polonia, ci sono una serie di prelibatezze nazionali, tra cui molti diversi tipi di zuppe e diversi piatti a base di patate.

D’inverno i polacchi mangiano zuppa calda e d’estate zuppa fredda. Ad esempio, il Chodnik è una zuppa fredda con erba cipollina e uova. Ai polacchi piace anche mangiare formaggio, carne e dolci. Gli ingredienti comunemente usati nella cucina polacca sono cavoli, patate, funghi, carne di maiale, panna acida e ricotta.

Tradizionalmente, la Polonia è anche fortemente coinvolta nella produzione di bevande alcoliche come l’idromele a base di miele , birra, vino e vodka. Il costo di un bicchierino di vodka è di solo 1€, mentre una birra (0,5l) in un bar/ristorante costa in media 1,65€.

Uscire di sera in Polonia

La Polonia è incredibilmente divertente e stimolante per uscire di sera. Quando uscirai a Cracovia, troverai caffè molto accoglienti, club alla moda e gente simpatica. Grazie alla presenza di numerosi studenti e turisti, è possibile uscire tutte le sere in città. Si dice che Cracovia abbia la più alta densità di pub al mondo, in particolare il quartiere ebraico di Kazimierz è molto vivace sotto questo aspetto.

Anche Varsavia garantisce serate indimenticabili a chiunque. Che tu stia cercando un pub accogliente, un caffè, un ristorante con musica dal vivo o una discoteca… Varsavia ha tutto ciò che desideri!

Costo della vita in Polonia

Se hai intenzione di trasferirti in Polonia, ti farà piacere sapere che il costo della vita è inferiore rispetto all’Italia. Si tratta infatti di città in rapido sviluppo, ricche di opportunità e divertimento. Considera che un affitto mensile in centro città potrebbe costare sui 600 euro.

Anche i trasporti hanno costi più bassi, con abbonamenti convenienti che non superano i 25 euro al mese. Inoltre, c’è da considerare che gli stipendi sono molto simili a quelli italiani, motivo per cui non sarà difficile mettere qualcosa da parte nel corso degli anni.

Il paesaggio e le bellezze naturalistiche della Polonia

Madre natura ha davvero fatto un buon lavoro in Polonia! Sei un vero viaggiatore della natura o ti piace fare birdwatching? Allora ti consigliamo di concentrarti principalmente sul nord-est del paese. In questo angolo remoto si trovano famose riserve naturali come Biebrza, con il suo bellissimo fiume, le paludi, e le foreste primordiali.

In Polonia troverai non meno di 23 parchi nazionali, parte dei quali è inclusa nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO. La riserva naturale più famosa è il Parco Nazionale di Bialowieza. Questa immensa riserva naturale si trova al confine con la Russia ed è attraversata dal fiume Biebrza, con acqua pura e limpida che crea numerose paludi dove è possibile incontrare bisonti, orsi, lupi e linci. Questi vagano anche per i Monti Tatra, con le sue ripide montagne, valli, grotte e laghi, è una destinazione ideale per gli escursionisti avventurosi.

Clima in Polonia

Se sei freddoloso, ricorda di portare tanti maglioni quando ti trasferirai in Polonia! Il clima della Polonia è infatti continentale, con inverni molto freddi, spesso sotto zero, ed estati calde. Il clima è più mite lungo la costa settentrionale, mentre diventa progressivamente più continentale quanto più ci si allontani dal mare.

Non piove molto, ma le giornate di sole sono limitate rispetto al sud Italia. Anche le primavere sono abbastanza fredde, ma le estati sono perfette per fare escursioni e visitare il paese.

vivere e lavorare in polonia 3

Cose da non perdere in Polonia

Cracovia

La città polacca di Cracovia, situata nel sud del paese, è spesso un centro di attrazione per turisti di tutto il mondo. Il suggestivo centro cittadino ‘Stare Miasto’, che dal 1978 è iscritto nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Unesco, offre diverse attrazioni. Scoprirai, ad esempio, la bellissima architettura storica del XIII secolo, con la sua chiesa di Sant’Andrea dalle origini antichissime. La città ha anche una cattedrale, la “Cattedrale di Wawel“, una bellissima sala dei tessuti “Sukiennice”, una serie di musei affascinanti come il MOCAK e un grande mercato super accogliente “Rynek Głównu”.

Auschwitz

La seconda guerra mondiale ha causato molte sofferenze e drammi in Polonia. Ne è testimone il campo di concentramento e sterminio di Auschwitz, nella città polacca di Oświęcim. Dopo la seconda guerra mondiale, Auschwitz è diventato il simbolo del regime nazista e al giorno d’oggi puoi entrare e uscire dal campo di concentramento di Auschwitz per vedere con i tuoi occhi ciò che hanno vissuto le vittime. Puoi partecipare a un tour in cui viene raccontato tutto sui suoi orrori, visitare le diverse aree e le camere a gas con i suoi inceneritori.

Varsavia

Varsavia è la capitale del paese e si trova a est della Polonia. La città è divisa dal fiume Vistola, sulla riva sinistra si trova il centro di Varsavia e sulla riva destra il quartiere di Praga. I luoghi più interessanti si trovano sulla riva sinistra al centro, come la Cattedrale di San Giovanni e al Palazzo Wilanów. Sulla riva destra puoi invece visitare il ‘Muzeum Warszawskiej Pragi’, completo di curiosità, oggetti e giocattoli della Polonia. Varsavia ha anche una vivace vita notturna per cui non ti annoierai sicuramente!

Miniera di sale di Wieliczka

Questa è la miniera di sale più antica del mondo con una storia che risale a molti secoli fa. Per anni è stata una fonte di reddito importante ma ora il sale non viene estratto da molto tempo. Soprattutto a partire dalla seconda metà del Novecento, quando la miniera di sale è stata inserita nel patrimonio mondiale dell’Unesco, la gente continua a guadagnare da essa nonostante la sua chiusura. In profondità sotto la superficie, i vari spazi sono decorati con spettacolari sculture di sale. Le miniere di sale di Wieliczka sono sicuramente qualcosa da non perdere in Polonia!

Tombe ebraiche a Łódź

La città polacca centrale di Łódź è in realtà conosciuta come una città industriale. Sebbene Łódź sia leggermente meno sviluppata di città come Cracovia e Varsavia, ha un certo fascino. Meritano una visita la via Piotrkowska e il museo ‘Muzeum Sztuki w Łódzi’. Łódź è la più visitata per le sue impressionanti tombe ebraiche. Questo cimitero “Cmentarz żydowski” si trova sul Bracka dal 1892 e attualmente vi sono sepolte circa 160.000 persone.

Sanità in Polonia

Oggi la Polonia ha un sistema ben sviluppato di assistenza sanitaria pubblica e privata. Esiste una tessera sanitaria per gli assicurati degli Stati membri dell’UE, per cui se ti trasferisci dall’Italia non avrai alcun tipo di problema.

Visto e assicurazione di viaggio in Polonia

Poiché la Polonia fa parte dell’UE, i cittadini italiani hanno bisogno solo di un passaporto o di una carta d’identità per entrare in Polonia. Se rimani in Polonia per più di 3 mesi, devi registrarti al  Woiwoden entro e non oltre 30 giorni dall’arrivo . È inoltre necessario richiedere un numero di servizio al cittadino (il NIP) presso l’ufficio delle imposte per poter lavorare. Un ID personale è volontario, ma è utile per molte questioni civili. 

Se lavori in Polonia, il datore di lavoro ti registrerà automaticamente presso l’istituto di previdenza sociale (ZUS). Di conseguenza, sei automaticamente iscritto al fondo sanitario nazionale (NFZ) e hai accesso all’assistenza sanitaria gratuita.

Sicurezza in Polonia

Il primo ministro polacco Ewa Kopacv ha indicato che la sicurezza nel Paese è migliorata in molti modi rispetto a otto anni fa. La minaccia alla sicurezza nazionale è notevolmente diminuita ed è per questo un paese molto tranquillo dove trasferirsi a vivere e lavorare.

Ulteriori informazioni sul lavoro in Polonia