Vivere e lavorare a Barcellona

Posizioni aperte più recenti a Barcellona & Spagna

TUI-Group-Fitness-Instructor-EU-Nationals-Work-Abroad-

TUI Group-Fitness Instructor | EU Nationals | Work Abroad

TUI-Swim-Coach-EU-UK-Nationals-Work-Abroad-

TUI Swim Coach | EU & UK Nationals | Work Abroad

TUI-Hotel-or-Service-Rep-EU-Nationals-Work-Abroad
  Featured

TUI Hotel or Service Rep | EU Nationals | Work Abroad

TUI-Kids-Club-or-Baby-Club-Host-EU-UK-Nationals-Work-Abroad-
  Featured

TUI Kids Club or Baby Club Host | EU & UK Nationals | Work Abroad

Service-and-Kitchen-Staff-needed-in-sunny-Mallorca.
  Featured

Kitchen Staff needed in sunny Mallorca!

Work-as-hotel-staff-in-Greece-Spain-Maldives-or-Cyprus-2
  Featured

Work as hotel staff in Greece, Spain, Maldives or Cyprus!

Barcellona è la città più grande della Catalogna e la seconda di tutta la Spagna. Conta 1,6 milioni di abitanti ed è una destinazione estremamente popolare tra i turisti, ma non solo loro: il numero di stranieri che si trasferiscono a Barcellona è in costante aumento. Ma non c’è da sorprendersi: tapas, sangria e ottimo clima mediterraneo… cosa può esserci di meglio? La città si trova a 160 km dai Pirenei e si affaccia sul Mar Mediterraneo. Le belle e grandi spiagge, il costo della vita relativamente basso, il clima disteso e la vivace vita notturna rendono davvero speciale la vita a Barcellona. È una città dove è davvero difficile annoiarsi. Si può passare il tempo in uno dei suoi tanti bar o ristoranti o su una delle tipiche e accoglienti terrazze, fare shopping anche di notte o rilassarsi sull’enorme spiaggia della città.

Continua a leggere per scoprire di più sulla vita e il mondo del lavoro a Barcellona.

Curiosità su Barcellona

Lingua: spagnolo (castigliano)
Moneta: euro
Popolazione: 1,62 milioni (relativo all’ultimo censimento del 2018)
Famosa per: le opere di Gaudì e la movida
Un fatto interessante: La Sagrada Familia, il monumento più famoso della città, è in costruzione dal 1882 e verrà ultimato solo nel 2026!

Vivere-e-lavorare-a-Barcellona-4

Lavorare a Barcellona

Condizioni di lavoro a Barcellona

La giornata lavorativa dura solitamente 8 ore, ma tendenzialmente si esce più tardi da lavoro rispetto ad altri paesi perché le pause sono più lunghe. Esiste anche il famoso rito della siesta, che va dalle 14 alle 17, ma in realtà coinvolge solo il 16% dei lavoratori spagnoli.

Le ferie retribuite ammontano a 22 giorni all’anno, mentre i giorni di festa sono in tutto 14.

Stipendi a Barcellona

La differenza tra la media salariale in Spagna e quella del resto d’Europa è passata dal 15,4% (298 €) al 18% (361 €). Mentre la media europea è di 2.000 € lordi al mese, in Spagna soltanto di 1.639 €.

Il settore in maggior crescita è certamente quello delle nuove tecnologie. Fra i profili più richiesti ci sono quindi gli ingegneri informatici, ma anche quelli industriali, meccanici e delle telecomunicazioni. Il settore più fiorente invece è sempre quello del turismo e dell’ospitalità.

Tassazione a Barcellona

Prima di trasferirti a Barcellona e iniziare a lavorare, è bene conoscere le basi della tassazione spagnola. In particolare, sarai considerato residente fiscale nel momento in cui avrai una permanenza nella città di più di 183 giorni.

Le aliquote sono simili a quelle italiane, con diversi scaglioni diversi a seconda del reddito. Il primo scaglione del 19% è applicato a chi ha un reddito fino ai 12.450 euro, mentre l’ultimo del 47% è applicato a redditi superiori a 300.000 euro.

Ovviamente le riduzioni per incentivare i giovani non mancano. Esiste ad esempio un decreto che, per stimolare e sostenere l’imprenditorialità nel territorio, prevede che per i primi due anni sia applicata un’aliquota ridotta al 15%.

Lavori più richiesti a Barcellona

Come tutti sappiamo, Barcellona è la città della movida e del divertimento. Non è difficile intuire quale sia il settore più ricercato in ambito lavorativo. Ovviamente parliamo del turismo e, se conosci bene le lingue, può essere la tua opportunità ideale.

Infatti, per noi italiani imparare lo spagnolo non è difficile, motivo per cui potrai in poco tempo entrare nel mondo della ristorazione o dell’hospitality. Ma non preoccuparti, Barcellona è anche una città internazionale e potrai trovare tante opportunità anche con la sola conoscenza di un po’ di inglese.

Se sei intraprendente e ti piace metterti in gioco, potresti optare per un posto nei locali notturni. Ne troverai a decine in ogni quartiere e potrebbero essere una buona alternativa anche per fare amicizia.

Chiaramente non mancano i posti per professionisti, come ingegneri, specialisti del marketing e insegnanti di lingue straniere.

Cercare lavoro a Barcellona

Cercare lavoro a Barcellona non è difficile. Come abbiamo visto, i settori sono numerosi, così come le agevolazioni per i giovani. Tuttavia, vi consigliamo sempre di iniziare a cercare lavoro in loco, una volta ottenuto il famigerato NIE ed essere in regola con tutti i documenti.

La seconda cosa di cui avrai bisogno è un buon curriculum in lingua spagnola o, in alternativa, in inglese. Ricorda di inserire al suo interno le tue esperienze passate ma anche i tuoi interessi e le tue ambizioni per il futuro.

Cercare lavoro a Barcellona può essere più semplice del previsto se cerchi qui tra le nostre posizioni aperte. Aggiorniamo questa sezione con frequenza, così che tu possa trovare il lavoro dei tuoi sogni nel modo più semplice possibile.Se non riesci a trovare ancora nulla, ti lasciamo qualche piattaforma di lavoro dove potresti trovare altre opportunità:

 

Non sottovalutare l’idea di cercare lavoro alla vecchia maniera, camminando per le vie della città e scoprendo nuove aziende che fanno al caso tuo. A Barcellona è molto comune lasciare curriculum di persona e potrebbe essere una buona opportunità di mostrare il proprio interesse.

Candidarsi per un lavoro a Barcellona

Ora che hai selezionato qualche offerta di lavoro interessante, non ti resta che inviare la candidatura e aspettare una risposta. Se applichi qui dal nostro sito web, non dovrai far altro che riempire tutti i campi necessari e la tua candidatura verrà subito inviata a chi di dovere.

Anche sulle altre piattaforme di lavoro la procedura è piuttosto semplice, ma non dimenticare di allegare una lettera di presentazione. Si tratta di un file molto semplice, contenente una tua breve presentazione e una spiegazione del motivo per cui saresti la persona giusta per l’impiego in questione. Questo aumenterà le possibilità che la tua candidatura salti all’occhio rispetto alle altre.

E se invece stai inviando la tua candidatura per e-mail? Nulla di più corretto da fare! Potrai così presentarti direttamente al responsabile delle risorse umane e mostrare il tuo interesse verso l’azienda con maggior intensità.

Networking a Barcellona

Anche se hai già trovato lavoro a Barcellona, il networking è un’opportunità da non sottovalutare. Si tratta di un modo semplice ma efficace di conoscere nuove persone ma anche nuovi orizzonti lavorativi.

Il primo passo è quello di iscriversi a gruppi Facebook o avere un profilo LinkedIn aggiornato. Qui potrai creare una tua rete di contatti e scoprire se ci sono eventi nella città a cui poter partecipare.

Oltre agli eventi, un altro metodo per fare networking è il volontariato. A Barcellona le possibilità sono infinite e non avrai problemi a trovare l’attività più adatta a te.

Lavorare a Barcellona da italiano

Se pensi che essere uno straniero possa essere uno svantaggio, forse non conosci bene Barcellona. Infatti, essendo una città internazionale, ricca di aziende di qualsiasi tipo, non farai fatica a trovare un lavoro in un team madrelingua italiano!

Ma non è tutto, le lingue sono fondamentali e sempre più persone cercano insegnanti madrelingua. Hai pensato alla carriera nell’insegnamento? Una volta riconosciuti i tuoi titoli di studio e sbrigato qualche pratica, non avrai problemi a candidarti come insegnante in una scuola privata a Barcellona.

Infine, c’è sempre la possibilità dei lavori da remoto, che da qualche anno hanno preso sempre più piede. Potresti lavorare direttamente da casa tua e nella lingua con cui ti trovi più in confidenza.

Vivere-e-lavorare-a-Barcellona-1

Vivere a Barcellona

Vantaggi di vivere e lavorare a Barcellona

Gli abitanti di Barcellona sono molto socievoli, aperti e amichevoli. Passano tanto tempo fuori casa, anche soltanto per leggere un giornale al bar, preferibilmente prendendo un caffè. Amano anche bere birra con gli amici sulle tipiche terrazze e uscire la notte fino alle prime ore del mattino.

Se dovessi decidere di trasferirti a Barcellona, sappi che tanti tuoi connazionali hanno già avuto la tua stessa brillante idea. Infatti la comunità italiana conta circa 25.000 persone (prima comunità straniera a Barcellona per numero) e per questo è possibile trovare servizi appositi, associazioni, locali, negozi, scuole, asili e tanto altro specificamente per gli italiani.

Alloggi a Barcellona

Per una camera in un appartamento condiviso i costi vanno dai circa 400 € ai 600 €, ma possono anche essere più alti. Per un appartamento la media è invece di 800 €, ma dipende molto da quanto è centrale la zona.

Ci sono diversi bei quartieri dove poter andare a vivere. In centro ci sono Gràcia, Sagrada Familia, Barrio Gotico ed El Born, in cui le abitazioni sono però chiaramente abbastanza care. In zone più periferiche come Bogatell, Sant Andreu, Bon Pastor, Sants, Sant Antoni e Raval i prezzi calano e l’ambiente è molto piacevole. Ci sono poi i quartieri sui colli, come Guinardó e la zona del Tibidabo, con la scomodità però di maggiori distanze dal centro e zone limitrofe.

Ecco alcuni siti che consigliamo per trovare alloggio per lunghi periodi in Spagna:

Trasporti a Barcellona

I trasporti pubblici a Barcellona sono molto ben organizzati e hanno una vasta rete. La cosa più conveniente da fare è acquistare biglietti validi per più giorni. Gli abitanti del posto utilizzano anche il biglietto da 10 corse (T-10). Possono essere acquistati alle macchinette delle stazioni della metro.

Ecco un po’ di prezzi:

  • Biglietto da una corsa (Billet senzill): 2,20 €
  • Biglietto da un giorno (T-Slide): 8,60 €
  • Biglietto da 10 corse (T-10): 10,20 € (condivisibile con più persone)
  • Biglietto della metro per e dall’aeroporto (Billet Aeroport): 4,60 €

Mangiare a Barcellona

Quando pensi al cibo di Barcellona ti vengono subito in mente le tapas, ma la città ha decisamente molto altro da offrire. Infatti, se c’è qualcosa che a Barcellona sanno fare bene è sicuramente cucinare. Ovunque in giro per la città puoi trovare bar che servono tapas e pintxos, accoglienti ristoranti e meravigliose terrazze.

Questi sono i prezzi di alcuni generi alimentari:

  • Caffè espresso al bar: 1,25 € – 2,50 €
  • Bottiglia di birra da 1L al market: 1,19 €
  • Bicchiere di birra al bar: 2,50 €
  • Bicchiere di birra al pub: 5,00 €
  • Bottiglia di Coca-Cola da 2L: 1,36 €
  • Bottiglia d’acqua da 1,25L al market: 0,39 €
  • Bottiglia d’acqua da 1L in un negozio per turisti sulle Ramblas: 2,00 €
  • Baguette al panificio: 0,75 €
  • Cartone di latte intero da 1L: 1,71 €
  • Patate: 0,69 € al kg
  • Banane: 1,25 € al kg
  • Lattuga iceberg: 0,79 € al pezzo
 

Questi sono invece alcuni ristoranti di Barcellona che potrebbero interessarti:

Cervecería Catalana
Cervecería Catalana è diventato uno dei ristoranti di tapas più frequentati della città, il che vuol dire che è quasi sempre pieno, ma l’attesa vale assolutamente la pena.

Bilbao Berria
Oltre alle tapas, Barcellona è anche conosciuta per i suoi pintxos. Si tratta praticamente di piccole tapas posate su una fetta di pane e sono originari dei Paesi Baschi. Bilbao Berria è un famoso tapas bar dove si possono mangiare pintxos. Lo si può trovare in diversi punti della città, ma il loro locale più famoso è quello di Plaça Nova.

Bormuth
Un altro tapas bar che consigliamo è il Bormuth, che si trova nel bel mezzo di El Born, il quartiere più anticonformista della città. Quasi sempre lo si può riconoscere dalla fila che si forma fuori dalla porta d’ingresso. Il suo successo è dovuto sia alla qualità che ai prezzi bassissimi.

Uscire a Barcellona

Quando si tratta di uscire a divertirsi, Barcellona ha poche rivali. L’offerta di locali è incredibile per quantità e varietà: feste, concerti e serate in quantità. Le discoteche possono essere un po’ care a volte, ma è sempre ampia la scelta di locali più accessibili. Ogni notte c’è qualche evento da qualche parte in città e chiaramente nei weekend si ha solo l’imbarazzo della scelta.

Il giovedì è il giorno degli studenti, per cui in giro si trovano un sacco di giovani e gli ingressi sono solitamente gratuiti. Come nel resto della Spagna, la notte si accende solo dopo la mezzanotte. Spesso gli abitanti vanno inizialmente in un bar per qualche drink e solo più tardi in qualche locale o discoteca. Per aggiornamenti sulle serate in programma a Barcellona si può dare uno sguardo a qualcuno di questi siti:

Costo della vita a Barcellona

Nonostante la Spagna sia un paese leggermente meno caro dell’Italia, Barcellona fa eccezione e negli ultimi anni ha visto salire il suo costo della vita a dismisura. Soprattutto quando parliamo di affitti, Barcellona è molto cara, tanto da essere spesso costretti a condividere l’appartamento (al costo comunque di 600-800 euro mensili).

Per fortuna, per quanto riguarda il cibo i prezzi sono più moderati. Un bicchiere di birra potrebbe costare 3 euro e una cena per due a base di tapas verrà sui 20-25 euro a testa.

La città è ben collegata con i mezzi pubblici e, anche se i prezzi non sono economici, possono risultare la scelta migliore per muoversi. Se sceglierai di trasferirti, la cosa migliore da fare è un abbonamento, perché il biglietto singolo ha un costo di circa 2 euro.

I paesaggi e la natura di Barcellona

La zona costiera vicino alla città è l’ideale per le vacanze al mare ed è piena di piccole calette e grandi spiagge. Tra le località più frequentate ci sono Malgrat de Mar, Calella, Canet de Mar e Castelldefels, ma anche i villaggi di pescatori di Sitges e Vilanova i la Geltrú hanno molto successo tra i turisti.

A una cinquantina di chilometri dalla città si trova il bellissimo Parco Naturale del Montseny, un’area protetta di circa 30.000 ettari dichiarata dall’UNESCO Riserva della Biosfera. Visitandolo si rimane stupiti dall’alternanza dei paesaggi: percorrere il massiccio dall’alto al basso è un po’ come viaggiare dal nord al sud Europa. Di grande valore sono il suo patrimonio architettonico, tra cui antichi megaliti e castelli, e quello naturale, con tutta una serie di alberi monumentali.

Clima a Barcellona

Barcellona ha un clima temperato con estati calde e inverni miti. È una città che gode molto del sole (in media 300 giorni di sole all’anno!) e nella quale piove relativamente poco, con una media di circa 600 mm all’anno.

La temperatura in estate è calda, sfiorando spesso i 40 gradi, ma sul mare la sera troverai sempre un po’ di frescura. Luglio e agosto sono i mesi più caldi, quindi è consigliabile visitarla nelle stagioni primaverili e autunnali.

Dicembre e gennaio sono i mesi più freddi con una temperatura media di 10 gradi Celsius. Anche se di notte può fare freddo, le temperature diurne sono generalmente miti e non soffrirai il freddo come spesso accade nelle città italiane, molto umide e vicine alle montagne.

Cose da fare a Barcellona

Sagrada Família
Antoni Gaudí ha progettato un gran numero di importanti edifici a Barcellona. La sua opera principale e più famosa è certamente la Sagrada Familia, un’enorme basilica che attende di essere completata da oltre un secolo. Sebbene l’interno sia già ampiamente finito, i lavori generali dovrebbero terminare nel 2026. Inutile dire che sia una tappa obbligata per chiunque passi pure pochi giorni in città.

Camp Nou
Barcellona e la sua omonima squadra di calcio sono inestricabilmente collegate. Al Camp Nou, ovvero lo stadio di casa, sono state giocate partite leggendarie e tutt’oggi la squadra offre uno dei migliori spettacoli di questo sport. Sono celebri soprattutto gli scontri diretti con la rivale storica, il Real Madrid. Quando non ci sono partite in programma è possibile fare una visita turistica dello stadio e alla fine del tour si può visitare il museo della squadra.

La Rambla
La Rambla è un famoso viale di Barcellona, sempre affollato e movimentato. È lungo quasi un chilometro e mezzo e parte da Plaça de Catalunya per arrivare a Port Vell. Quando la città consisteva praticamente solo nel Barri Gòtic, lungo la Rambla scorrevano le mura della città. Oggi separa i quartieri di El Gótico ed El Raval. Le Ramblas (ci si riferisce al viale anche al plurale) sono sempre invase dai turisti e ospitano tantissimi chioschi, bancarelle, banchetti dei fiori, artisti di strada, statue, ristoranti e negozi.

Plaça de Catalunya
Questa grande piazza è sempre molto affollata, in parte anche per la presenza dei taxi e delle fermate dei mezzi pubblici. È infatti il punto più centrale della città. Nella piazza c’è tanto verde e sono onnipresenti i piccioni. Ci sono inoltre magnifiche fontane, sculture e spesso vengono organizzati degli eventi musicali. La piazza è molto ben decorata, specialmente la sera, e per questo merita certamente di essere visitata.

Port de Barcelona
Il porto di Barcellona è quasi vecchio quanto la città stessa. È anche un importante scalo per le navi da crociera. All’inizio delle Ramblas si trova l’antico Port Vell con i suoi carinissimi ristoranti, bar e terrazze. Qui si trovano anche il grande centro commerciale Maremagnum e l’Aquarium Barcelona, il più grande acquario d’Europa con oltre sei milioni di litri d’acqua di mare.

Parc Güell
Questo parco si trova nel quartiere di Gràcia ed è praticamente il polmone verde della città. Il parco è composto da una quantità immensa di alberi, viali e piazze. Un serpente gigante corre lungo tutto il parco, creando delle sedute per i visitatori. Al suo interno si trova il museo di Gaudí, la casa del custode, una grande scalinata con un drago mitologico e un vasto balcone dal quale si ha una fantastica vista sulla città.

Assistenza sanitaria a Barcellona

Il Sistema Nazionale Sanitario spagnolo ha un’estesa rete di centri sanitari e ospedalieri ben distribuiti su tutto il territorio. Nonostante la qualità dei servizi sia buona, la sanità ha subito dei tagli sostanziali. Ne consegue che le file a volte sono interminabili e può non essere facile venire visitati da uno specialista. Inoltre a volte l’igiene lascia un po’ a desiderare. Non tutte le spese poi vengono rimborsate, come ad esempio le visite dentistiche e oculistiche. Per questa serie di ragioni può essere una buona idea stipulare un’assicurazione privata.

Visti e altri documenti a Barcellona

Chi è intenzionato a risiedere in Spagna deve richiedere un NIE (Numero d’Identità per l’Estero) e un documento di residenza (Tarjeta de Residente Comunitario).

La Seguridad Social, invece, è il sistema che garantisce ai lavoratori (o a chi altro abbia i requisiti) assistenza in caso di disoccupazione, malattia, pensione o altre cause che impediscano di lavorare. Bisogna perciò fare richiesta per ottenere il proprio numero, cosa che per i cittadini europei è molto facile: basta presentare (anche online) un documento d’identità valido e il numero di previdenza sociale.

Sicurezza a Barcellona

Barcellona è una città particolarmente sicura, dove poter passeggiare per strada anche di notte. Come in tante altre città è opportuno stare attenti ai borseggiatori, specialmente nelle zone più turistiche.

Ulteriori informazioni sul lavoro a Barcellona